“Zampitti” di maiale al finocchietto selvatico

La morsa fredda dell’inverno ancora non ci lascia, e viste le temperature cerchiamo come al solito di scaldarvi con i piatti della tradizione: domani sabato 23 febbraio prepareremo i mitici zampitti in porchetta, piatto della profonda tradizione maceratese.

Per i lettori del nostro blog ecco la nostra ricetta che è stata pubblicata nel ricettario delle osterie e trattorie del Mangiarozzo firmato Carlo Cambi.

Ode al ciauscolo

E’ domenica sera e magari abbiamo mangiato molto a pranzo: cucinare o non cucinare? Nell’atroce dubbio un profumo conosciuto esce dalla dispensa e ci avvinghia: il nostro tipico amico sa qual è la risposta:

A proposito di polenta…

Si fa presto a parlar di polenta! Ai giorni nostri lo consideriamo un piatto davvero tradizionale comune in diverse regioni, ma che forse è poco presente nelle cucine domestiche a causa del lungo procedimento di realizzazione (ma potreste barare utilizzando quella rapida, che ricorda molto lontanamente la polenta di cui vi sto narrando).

Non tutti sanno che nelle nostre terre marchigiane la polenta era l’unico pasto sempre a disposizione della famiglia contadina: economica e di facile realizzazione, veniva preparata tutti i giorni (da cui la frase “Sei dì, dodici pulende“) e condita con miseri “sughetti”, il più delle volte cipolla sfritta e lardo, olio a crudo o “lardelletti“, ossia cubettini di grasso di maiale.

Le ricette della trattoria: “li caciù”

Oggi inauguriamo una rubrica che spero ci accompagnerà per un bel po’ di tempo; molti clienti in trattoria spesso ci chiedono curiosità e ricette riguardanti i nostri piatti o, più in generale, i piatti della tradizione maceratese e questo ci sembra lo spazio giusto per diffondere queste informazioni.

Visto che Carnevale si avvicina (domani inizierà una dura settimana di calorie e sberleffi), perché non iniziare con un classico dolce carnevalesco delle nostre parti?
Vi presentiamo “li caciù“, ossia i calcioni fritti. Qui in genere si farciscono con crema, fave secche o, più classici, con patate e cacao.